La Roque Saint Christophe

Il più grande e antico sito trogloditico d’Occidente.

A metà cammino tra Eyzies e Montignac-Lascaux si erge nella vallata della Vézère, la alta scogliera di Roque St Christophe.
Questo vero e proprio muro di calcare lungo un chilometro e alto ventiquattro metri, è scavato da un centinaio di rifugi sotto roccia e da lunghe terrazze areate.

Queste cavità naturali sono state occupate dall’uomo nella Preistoria, poi modificate per diventare una fortezza e una città nel Medioevo.
La visita della Roque St Christophe permette di farsi un’idea precisa del modo di vivere durante i millenni dei nostri antenati trogloditi.

Un gioiello dell’architettura trogloditica
Qui la storia ha origine nel cuore della rocca che si riflette nella acque della Vézère prima di ergersi verso il cielo del Périgord, per un’avventura umana cominciata da 55.000 anni. I numerosi reperti archeologici ritrovati in questi luoghi testimoniano un’occupazione di massa, dal periodo Paleolitico al inizio del Rinascimento, passando per il Neolitico, l’età del bronzo e quella del fero, l’epoca gallo-romana e il Medioevo.
In ogni periodo evidenziato dagli uomini del paese, Roque Saint Christophe rappresenta un magnifico osservatorio sulla Vallata, avendo conservato la bellezza selvaggia e naturale che l’ha resa così rinomata. Immerso in un chiaro-scuro grazie alla complicità ancestrale della pietra e della vegetazione, la scogliera resta impregnata dell’anima di quelli che vi hanno trovato rifugio nel corso dei secoli.

Rifugi sotto le rocce, costruiti dai nostri lontani antenati della preistoria, fino alle costruzioni medievali fortificate, gli abitanti delle scogliere hanno inciso la loro impronta. Rimangono, ai giorni nostri, numerose tracce lungo le terrazze e lungo tutto il percorso della visita.
Un ponte levatoio, riprodotto secondo le regole dell’arte, o ancora pannelli di testo che permettono al visitatore di visualizzare concretamente la vita che animava un tempo questo luogo.

 

 

Vacanze di Pasqua, Weekend dell’Ascensione e Pentecoste, vacanze estive:
• Visite guidate a orari predeterminati
• Opuscolo di visita per i bambini (uno per famiglia)
• Dimostrazioni del ponte levatoio alle 1015, 11.15 (durante le vacanze estive tutti i giorni alle 10.15, 11.15 e 12.15 tranne il sabato)

Giornate del Patrimonio:
• Opuscolo di visita per i bambini (uno per famiglia)
• Visite guidate e dimostrazioni del ponte levatoio alle 10.45, 14.45, 15.45

Vacanze di Ognissanti:
• Opuscolo di visita per bambini (uno per famiglia)
• Visite guidate e dimostrazioni del ponte levatoio alle 11.15 e 15.15 tutti i giorni tranne il sabato

Novità: Tutte le nuove presentazioni di visita e film di animazione evocano l’evoluzione dell’habitat sulla scogliera, dalla Preistoria al Rinascimento.

 

LA ROQUE SAINT-CHRISTOPHE
Peyzac-le-Moustier -24620 Peyzac-le-Moustier
Tél. 05 53 50 70 45 - Fax 05 53 51 03 21
contact@roque-st-christophe.com
www.roque-st-christophe.com

 

> Visita libera:
La visita libera permette di muoversi con il vostro ritmo sul posto, muniti di un opuscolo.

> Visita guidata in orari prestabiliti:  
La visita guidata è organizzata da una guida che riprende in maniera approfondita i diversi punti fondamentali. Da aprile a fine settembre contattaci per conoscere gli orari, senza prenotazione.

> Visita guidata + Dimostrazione dei ponti levatoi medievali:
La Roque-Saint-Christophe è munita di riproduzioni di ponti levatoi dell’ingegneria civile.
Venite a osservarne l’uso, consultando il programma di animazione.

Aperto tutto l’anno tutti i giorni per le visite non guidate
Gennaio: dalle 10 alle 17
Febbraio, Marzo e da Ottobre all’11 Novembre: dalle 10 alle 18
Aprile, Maggio, Giugno, Settembre: dalle 10 alle 18.30
Luglio, Agosto: dalle 10 alle 20
Dal 12 Novembre alla fine delle vacanze di Natale: dalle 10 alle 17.30
Ultima entrata 45 minuti prima della chiusura
In stagione visite commentate a orari prestabiliti
Libreria/Boutique aperti tutto l’anno - Snack Bar aperto da aprile a settembre